[sulle ruote libere]

Meta ruota libera – ringraziando Antonio Moresco. La maggior parte delle voci di uno zibaldone di pensieri e appunti (def. di “ruota libera”), sono troppo personali o particolari o estemporanei per avere un senso stabile, leggibile ora e sempre da chiunque. Interessano solo per l’aspetto contingente: cosa è passato per la testa di – in quel momento lì? Molte affermazioni sono opinabili, o addirittura rapidamente sconfessabili, ma questo non importa. Anzi dimostra che un pensiero ha senso solo in un contesto. Es. cfr. prossima ruota.