nota sull’abitudine

Abituarsi è assopire la percezione di elementi stridenti – il ritorno in Germania dopo l’Indonesia – la luce tenue e lenta… il sole che non scende mai, il verde così austero degli alberi – e le mie mani che non riescono a scrivere sul portatile – due giorni di estraneità, prima del ricomporsi – fisiologico – della cecità…